giovedì 23 maggio 2013

Arrosto di maiale con salsa di uva zibibbo e scarola mediterranea



Campagna ligure e isole del sud nel piatto. L’arrosto è una delle preparazioni che preferisco, perché dalla cottura lunga, lenta e attenta e dopo tante cure il risultato è una carne tenera, succulenta e profumatissima. Per questa ricetta ho scelto un filetto di maiale, dal sapore dolce e dalla consistenza morbida e più magra rispetto ad altri tagli di carne, insaporito con rosmarino, salvia, timo e maggiorana. In abbinamento ho preparato una salsa tanto speciale nel sapore quanto semplice nella preparazione. L’ingrediente principale è l’uva zibibbo appassita al sole di Pantelleria dell’azienda La Nicchia Pantelleria, dall’aroma di vento, luce e sale. Sfido a trovarne un’altra che possa regalare tanta emozione all’assaggio.. Un contorno di scarola stufata in padella con un filo d’olio e di patate al forno al rosmarino completa alla perfezione il piatto!

Ingredienti per 4

Filetto di maiale 600 gr.
Erbe aromatiche
Scarola 1 cespo
Patate 300 gr.
Olio extra vergine di oliva 4 cucchiai
Sale e pepe q.b.
Uva di zibibbo La Nicchia 50 gr.
Burro 15 gr.
Farina 15 gr.
Brodo vegetale 200 ml.



Pulite il filetto, rivestitelo con le fette di pancetta, adagiate un rametto preparato con le erbe aromatiche, un pizzico di sale e pepe e legatelo con un filo da cucina. Scaldate due cucchiai di olio in una padella antiaderente. Rosolate la carne a fuoco vivo sigillandola bene da ogni lato. Preparate una teglia rivestita con carta da forno, adagiatevi il filetto e aggiungete il fondo di cottura e le patate mondate, tagliate a pezzi e condite con un trito di erbe, sale, pepe e un cucchiaio di olio. Cuocete in forno caldo a 150° per circa 2 ore, girando la carne e mescolando le patate con cautela di tanto in tanto. Nel frattempo preparate la salsa. Sciogliete il burro in una casseruola, aggiungete la farina e tostatela. Aggiungete poco alla volta il brodo caldo mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi. Unite anche gli acini di uva zibibbo La Nicchia meno un cucchiaio e cuocete a fuoco dolcissimo per cinque minuti. Mondate e lavate la scarola, tagliatela a pezzi e cuocetela in una padella dove avrete scaldato l’ultimo cucchiaio d’olio. Salate, aggiungete l’uva restante, coprite e fate stufare per una decina di minuti. Tagliate l’arrosto a fette e servitelo con la salsa accompagnando con la scarola e le patate. 



3 commenti:

Giulia Possanzini ha detto...

wow! che piatto...anche io adoro l'arrosto che di solito faccio con cipolle e carote..semplice e buonissimo ;) A presto!

peppe ha detto...

Complimenti daniela per le tue ricette e per il tuo blog e piu' di tutto per la tua attività giornalistica. ti ho conosciuta tramite una mia collega che hai incontrato al tuttofood , io c'ero ma ero impegnato ai fornelli . speriamo di incontrarci in un altra occasione per poter scambiare due chiacchiere sulla passione che ci accomuna. un caro saluto,Peppe.

Daniela ha detto...

Grazie ragazzi per i vostri commenti! Da provare la tua ricetta, Giulia, al più presto. ;)
Peppe, ci si vede alla prossima manifestazione!